NUMERO VERDE: 800-144.786

CHI SIAMO

STORIA

1981 - 1988

Saman viene fondata da Mauro Rostagno nel 1981 a Lenzi in provincia di Trapani.
Prende il nome da una parola in lingua sanscrita che significa "canzone", "armonia".
(Clikkando sulla foto si visualizza una galleria di immagini di Mauro)
La comunità Saman si pone, in questo primo periodo, come esperienza alternativa, laica ed innovatrice, nel panorama italiano del recupero dei tossicodipendenti.
Uno dei principi su cui Saman si era inizialmente basata era l'attenzione rivolta alle singole persone, unitamente ad un approccio libertario al trattamento terapeutico. A differenza di altre realtà italiane rivendicava la creazione di uno spazio adatto, caldo, esteticamente bello, l'utilizzo di terapie "dolci", di tecniche di meditazione, un approccio eclettico rispetto agli "strumenti" tipici delle comunità del tempo prevalentemente punitivi e basati sul senso di colpa e sulla rimozione sistematica del proprio vissuto tossicomanico.

Scriveva Rostagno: "Questa ottica della Saman, orientata alla guarigione di chi la richiede, ci fa apparire "eclettici" solo a chi è innamorato di una "scuola" e disprezza le altre; ci fa apparire "eretici" a chi è fanatico di una metodica e disprezza le altre". Tra le connotazioni che contraddistinguono la comunità Saman si annovera la possibilità, negata ieri e oggi dalla totalità delle strutture che si occupano di dipendenza, di vivere la sessualità durante il percorso terapeutico e un approccio sistemico al sintomo dipendenza che focalizzava sull’ ospite e sulla sua famiglia l’oggetto dell’intervento. Nel corso dei primi anni di vita la Comunità e il suo leader Rostagno allargano la sfera dell’intervento rapportandosi in maniera sempre più stretta al territorio che li ospita. Nasce così l’idea di una redazione televisiva che in Rostagno ha il suo giornalista di punta ma che, nell’attività redazionale svolta dai ragazzi ospiti della comunità, trova un proprio, autonomo senso. Rompendo gli equilibri di una informazione ingessata che non disturba i potenti Rostagno diventa, nella sua attività di giornalista, persona particolarmente sgradita ai centri di potere legali e illegali.

Nel 1988 Mauro Rostagno viene assasinato da mani tuttora ignote. La pista maggiormente accreditata a distanza di 18 anni rimane quella dell’agguato di stampo mafioso.

1988 – 1994

La comunità Saman viene diretta da Francesco Cardella che, con il fondamentale supporto del partito socialista italiano, trasforma la comunità in un centro di potere basato più sull’arricchimento personale che non sull’attenzione e vicinanza alle problematiche degli ospiti. Saman diventa una tra le maggiori organizzazioni nazionali che si occupa di dipendenza perdendo, però, l’impronta originaria e appiattendosi su un concetto di produzione seriale e ripetitiva di trattamenti terapeutici.

A cavallo tra il 1994 e il 1995 Cardella viene arrestato per avere sottratto ingenti somme di danaro alla associazione e truffato lo Stato per corsi di formazione parzialmente o mai realizzati. Presso Saman viene inviato un ispettore dalla Presidenza del Consiglio per valutare se vi sono le condizioni per un comissariamento. La fiducia data ad alcuni operatori interni non compromessi con Cardella risulterà essere una fiducia ben riposta.

1995 – 2006

L’associazione ha saputo, investendo sulle risorse interne e coinvolgendo professionisti esterni, trovare la forza per uscire da uno stato di crisi economica, finanziaria e terapeutica. L’approccio sistemico è stato rilanciato affidando la direzione scientifica a Luigi Cancrini mentre la cornice terapeutica entro cui si muove l’intervento di Saman è stata parzialmente recuperata partendo dal pensiero originario di Rostagno. Oggi Saman è ritornata ad essere una delle maggiori realtà italiane che si occupano di tematiche legate al disagio e alla dipendenza con una fitta rete di progetti territoriali e comunità terapeutiche presenti in 9 regioni italiane. Occupa stabilmente oltre 160 operatori e dà accoglienza e cura a oltre 500 persone all’anno. Impegnata politicamente nella contestazione della nuova legge sulla droga, si ostina a promuove politiche sociali che sull’inclusione fondano il proprio baricentro.

associazione saman

Via Bolzano, 26
20127 Milano

C.F. 93001390819

Telefono: 02. 29400930
Fax: 02. 29519900

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NUMERO VERDE: 800-144.786

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani costantemente informato su tutte le attività, i progetti e gli eventi organizati da Saman.

Contatto diretto

Compila il form per ricevere un contatto diretto. Tutti i campi sono obbligatori.
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy
Torna SU